Nuove Linee guida di prestito interbibliotecario provinciale

 

1. Le biblioteche garantiscono la reciprocità del prestito del materiale posseduto, visibile sul catalogo in linea, limitatamente ai documenti localmente ammessi al prestito.


2. Vanno limitate il più possibile le richieste di prestito dei materiali che costituiscono il patrimonio base di qualunque biblioteca (novità editoriali, classici, opere di pregio, etc.), tenendo conto che è facoltà della biblioteca prestante non concedere in prestito interbibliotecario un’opera, motivando l’esclusione in presenza di un accesso locale al prestito.


3. Vanno limitate il più possibile o non accolte le richieste di interprestito a biblioteche limitrofe, invitando l'utente a recarsi personalmente presso la biblioteca per il prestito locale.


4. Vanno limitate il più possibile le richieste di interprestito di documenti presenti in biblioteca, ma non disponibili per il prestito locale (quali ad esempio documenti ammessi alla sola consultazione o momentaneamente a prestito).


5. È responsabilità dell'operatore di biblioteca validare le richieste di prestito interbibliotecario, considerando che il servizio, se è gratuito per l'utente finale, esso è un costo per la Rete bibliotechetrevigiane. Non dovranno essere accolte le richieste di prestito di materiali facilmente sostituibili con analoghi documenti già disponibili per il prestito locale.


6. Sarà cura del bibliotecario, in presenza di più prestiti richiesti ad una stessa biblioteca, programmare le restituzioni settimanalmente, in modo da effettuare invii di più documenti contemporaneamente e risparmiare così nell'uso delle buste affrancate.


7. I documenti debbono essere richiesti secondo le procedure del software Sebina Open Library.


8. Il numero delle opere e la durata del prestito sono stabiliti dal Regolamento della biblioteca prestante che dovrà conformarsi, in un’ottica di rete bibliotecaria, alle linee indicate nell’ambito del Polo regionale Veneto SBN (PrV) e alle scelte operate dalla Rete
bibliotechetrevigiane.


9. La durata del prestito dovrà essere, di norma, di 30 giorni, trasferimenti esclusi.


10. Il materiale viene spedito e restituito a mezzo “piego di libri” utilizzando allo scopo buste a sacco intestate “Centro Servizi Biblioteche” predisposte e fornite dalla Provincia di Treviso.


11. Le buste “piego di libri” devono essere ritirate presso il Centro Servizi Biblioteche della Provincia di Treviso. La richiesta di nuove buste deve essere comunicata tramite il nuovo form on line accessibile dal sito http://www.bibliotechetrevigiane.it alla voce Interprestito → Richiesta buste.


12. Eventuali danni o smarrimenti durante il viaggio verranno rimborsati dalla Provincia di Treviso, su presentazione di regolare documentazione.


13. La biblioteca ricevente è garante della restituzione e del corretto utilizzo del materiale, nel rispetto della normativa vigente, soprattutto in materia di diritto d’autore e, comunque, secondo le prescrizioni e limitazioni indicate dalla biblioteca prestante.


14. La biblioteca ricevente è tenuta a restituire l’opera nei tempi stabiliti e si fa garante della puntualità del proprio utente.


15. Ogni biblioteca dovrà inviare, entro i primi 7 giorni del mese, due riepiloghi mensili relativi ai prestiti del mese precedente, riguardanti i movimenti effettuati e l'utilizzo delle buste affrancate.


16. Il mancato rispetto delle clausole sopra descritte comporterà la sospensione o l’esclusione della biblioteca dal servizio di  interprestito bibliotecario provinciale, ad insindacabile giudizio del Centro Servizi Biblioteche.

Servizi per il cittadino

Consigliere delegato

Leopoldino Miorin

Scrivi al Consigliere

 

Responsabile dell'ufficio

Daniela Zampetti

Tel: (+39) 0422 656-722

Scrivi all'ufficio Biblioteche

 

 
 
 

Provincia di Treviso | P.IVA 01138380264 | PRIVACY | COOCKIES